mercoledì 9 maggio 2012

Ristoranti Milano - Nu

Non amate la cucina etnica?
Evitate come la peste gli inviti dei vostri amici nei ristoranti giapponesi o fusion?
Vi consiglio di continuare comunque a leggere questa recensione, il Nu - Pure Asian Cuisine merita una visita anche solo per la sua location.

Ci troviamo in via Feltre, a pochi passi da piazza Udine, eppure appena varcata la soglia del Nu, superate le due imponenti statue di leoni in pietra, ci si trova in un'atmosfera quasi surreale, come immersi nella quiete di un tempio a Kyoto o di un giardino zen.

Le sale del ristorante al piano terra circondano un cortile nel cui centro campeggia la pagoda giapponese e tutto intorno bambù, luci soffuse e persino un ponte su un ruscello che creano un'ambientazione davvero suggestiva.



Il ristorante è diviso in due parti, la parte inferiore tutta dedicata agli amanti del sushi e del sashimi, le sale al piano superiore dedicate invece alla cucina fusion, dove potete gustare piatti thailandesi e cinesi.

Siamo stati spesso al Nu e ogni volta è stata una piacevole conferma, il ristorante è perfetto sia per una cena romantica che per una cena informale in compagnia.
Quella che sto per raccontarvi è la cena fusion gustata un sabato sera con due amici.

Per iniziare non potevano mancare i buonissimi involtini vietnamiti, ripieni di carne e verdure, poi gli spiedini di pollo serviti con una meravigliosa salsa di anacardi e gli involtini di gamberi freschi, tutto buonissimo.

Per accompagnare la cena birra Asahi a litri, nel vero senso della parola visto che abbiamo ordinato la confezione che contiene ben 2 litri della famosa birra asiatica.
L'originale caraffa "Asahi style" andrà a decorare le mie prossime cene, visto che è stata portata a casa come souvenir della serata.




Se vi piacciono i sapori particolari, il piatto a cui non potete assolutamente rinunciare al Nu è la pasta "Pad Thai", una delizia composta da tagliolini di riso conditi con gamberi, germogli e salsa di soia e tante arachidi. Il retrogusto di questi spaghetti è agrodolce, sappiate che uno degli ingredienti segreti di questo piatto è il tamarindo!


Potete sbizzarirvi con i secondi, ci sono ottimi piatti sia di carne che di pesce. Noi abbiamo ordinato pollo alla thailandese e gamberoni alla griglia.


Niente dolce perchè eravamo belli pieni, ma ci siamo fatti tentare dal sake freddo come digestivo.
Se per una cena giapponese a Milano normalmente ci si attesta sui 40€-45€, al Nu per una cena "fusion" molto soddisfacente riuscite ad attestarvi sui 35€.
Non vi resta che provare, chiamate quell'amico un pò fighetto che vi stressa con "ma daiiiiiiii, il cibo fusion è troppo cool!" e portatelo al Nu. Fa quasi rima.

Buon appetito!

Nessun commento:

Posta un commento