giovedì 21 marzo 2013

Ristoranti Milano - Ex Mauri

Ci sono diversi motivi per cui ho scelto di provare Ex Mauri, "osteria per tradizione” come cita il loro sito, per la nostra cena due sabati fa: innanzitutto si trova nel quartiere Isola, attualmente uno dei quartieri più vivi di Milano, poi mi sono lasciata incuriosire dai diversi menu proposti sul loro sito e per finire mi ha suscitato simpatia il fatto che il suo indirizzo avesse la stessa via di quella di casa! 


L’istinto ha avuto ragione, la serata passata da Ex Mauri è stata davvero piacevole.
Il locale è accogliente, con i tavoli distribuiti su un piccolo soppalco all’ingresso e in altre due sale con i muri di mattoni a vista e l’arredamento un po’ retro, fatto da un mix di stili ed epoche diversi. Non una sedia uguale all’altra, non un tavolo come un altro: un mobile di formica, una sedia in legno rubata alla sacrestia di una chiesa, un grande tavolo in ferro battuto.



Un vecchio camino “aperto” campeggia al centro del locale e separa le due salette, dove troviamo anche madie e vetrinette antiche e vecchi cartelli pubblicitari della Cinzano e del Fernet Branca. Una piacevole musica jazz in sottofondo accompagna tutta la cena e, nonostante l’atmosfera sia calda e informale, niente da Ex Mauri è fuori posto,tutto è equlibrato e ben studiato.





Veniamo alla cucina, davvero di livello. Sfogliando il menu si ha solo l’imbarazzo della scelta: una varietà incredibile di piatti, un menu interamente dedicato a specialità veneziane, e le proposte dell’osteria dove la fa da padrone il baccalà.
Intrigati già solo dalla lettura dei menu, questa volta abbiamo esagerato prendendo un antipasto, un primo e un dolce a testa!
Per cominciare mini strudel di carciofi con mousse di caprino e olive taggiasche e un tortino di patate e baccalà con crema di funghi porcini, entrambe deliziosi nonchè presentati in modo impeccabile.



Passiamo ai primi: per me pennoni di kamut con speck e trevisana mantecati in forma di grana, bigoli con pesto di bottarga di muggine, mandorle e baccalà per mio marito.
Molto saporiti e molto gustosi entrambe i piatti.



Anche se eravamo sazi, ci siamo lasciati tentare dal menu dei dolci: abbiamo ordinato una crema catalana classica e una cheesecake al miele di castagno. Non che il gusto non meritasse, ma anche qui la presentazione dei piatti ha avuto un ruolo importantissimo sul giudizio finale.



Ancora oggi a distanza di giorni mi assale il dubbio che da Ex Mauri abbiano sbagliato a farci il conto, perché, per tutto il ben di dio sopra descritto, abbiamo pagato circa 38€ a testa, contando anche una bottiglia di vino Passerina, acqua, due caffè e due bicchieri di passito che hanno accompagnato i dolci.
Errore o meno, non solo vi consiglio di andarci da Ex Mauri, ma vi assicuro che ci torneremo anche noi, perché ora l'aspettativa è davvero alta e non vediamo l'ora di provare gli altri piatti!

Buon appetito!

Nessun commento:

Posta un commento